Cerca

come caricare il telefono senza rovinare la batteria

I nostri smartphone sono utili soprattutto in un caso: se la batteria dura abbastanza. Possiamo fare di tutto, oggi, con uno dei "telefoni intelligenti": prenotare voli online, orientarci con mappe interattive e giocare live a videogiochi dalla grafica eccezionale, ma il problema rimane sempre quello, la durata delle batteria.

Per mantenere la nostra batteria in salute un modo c'è, anzi ce n'è più di uno, ma no, la soluzione non è quella di munirsi di powerbank enormi e tenerli sempre a portata di mano, la nostra batteria può farcela anche da sola, l'importante è seguire una serie di consigli e cercare di farlo il più spesso possibile.

Il punto, per moltissimi utenti e accaniti utilizzatori i smartphone, è non sapere come mantenere una batteria in buono stato. Per qualche strana ragione esiste il mito del telefono perennemente al massimo della carica, e per questo in tanti mettono in carica lo smartphone un volta sola al giorno, facendolo arrivare al 100% della carica, per poi riportarlo al massimo nuovamente alla prima occasione, come caricandolo in treno, in bus, o con il powerbank.

Tieni il livello di carica della batteria tra il 60% e il 75% ?

Eppure secondo Cadex, una rispettata azienda che si occupa proprio di test su smartphone e batterie, tenere la carica al massimo non serve. Anzi, al contrario, è dannoso. Meglio evitare gli estremi e tenerla a un livello medio, ricaricando più volte, ma senza mai raggiungere il massimo. Né il minimo.

Non far scaricare completamente il telefono prima di collegarlo

Per lo stesso motivo serve evitare di collegare il telefono alla carica soltanto una volta spento del tutto. In questo modo infatti obblighiamo la batteria a un lavoro maggiore per riuscire a ricaricarsi, e soprattutto la usuriamo molto di più.

Scollega il telefono non appena raggiunge il 100%

Se poi capita che per via di una svista o per una dimenticanza il telefono è già arrivato al massimo della carica, allora è meglio scollegarlo subito. Infatti tenerlo collegato al caricatore inutilmente è dannoso: la batteria sarà sottoposta per più tempo a temperature maggiori e uno sforzo di cui, di fatto, non ha nessun bisogno.

Probabilmente non dovresti caricare il tuo telefono durante la notte

Ecco perché va assolutamente evitata la carica notturna (cosa che invece fanno in moltissimi perché solo di notte riescono a non tenere il proprio smartphone tra le mani). Quando mettiamo il nostro smartphone in carica durante la notte ciò che succede è che in pochissimo tempo raggiunge il massimo della carica (e già questo sarebbe da evitare) e poi, quel che è peggio, è che rimarrà in carica per tre, quattro, persino cinque o sei ore. Così facendo la batteria si usura in modo estremamente rapido perché a stiamo sottoponendo a un lavoro inutilmente lungo e continuativo.

Se proprio vogliamo caricare il telefono durante la notte teniamolo in carica soltanto finché raggiunge circa il 65%. Il più delle volte basta una mezz'ora o poco più, giusto il tempo di leggere qualcosa prima di spegnere la luce e decidere di addormentarsi.

4 visualizzazioni
Contact

assistenza.tecnica.it@outlook.com

Trieste

Friuli Venezia Giulia

  • Facebook
  • YouTube

© 2018 Design by I make this